Arte, cultura e tradizioni

Il Temo: l'unico fiume navigabile della Sardegna

Nei pressi di Bosa sfocia nel mar di Sardegna il fiume Temo, un corso d'acqua di 55 km che costituisce l'unico fiume navigabile (circa 6 km) dell'intera regione Sardegna

In Sardegna è difficile trovare fiumi navigabilise non addirittura impossibile: c’è però un’eccezione che merita di essere evidenziata in quanto è rappresentata da un corso d’acqua che proprio a Bosa sfocia nel Mar di Sardegna.

Si tratta del fiume Temo (Temu in lingua sarda) che nasce sul monte Calarighe (Villanova Monteleone - SS) e, dopo un percorso di circa 55 chilometri, arriva a Bosa: la particolarità è che questo fiume nasce come rio Lacanu che una volta raggiunto il lago Temo cambia nome assumendo proprio quest’ultimo.

Sebbene variabile sia la sua portata, particolare è la possibilità di navigarlo per circa 6 chilometri, raggiungendo le antiche rovine del ponte romano, non lontane dalla cattedrale romanica di San Pietro, risalente al 1062: un tragitto emozionante nel cuore della natura più incontaminata, appositamente disegnata da questo corso d’acqua che taglia in due la città stessa di Bosa.

Lungo il suo percorso si possono trovare sì atleti in fase di allenamento e pescatori intenti ad approdare ma si iniziano a vedere anche i primi veri turisti: il Temo sta divenendo, infatti, un vero e proprio porto nautico turistico, da dove partire per visitare la Sardegna più autentica.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.